Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Abruzzo
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
Alghero aste
Cagliari aste
Chieti
Emilia Romagna aste
Firenze aste
Italia aste
L'Aquila
Lazio aste
Lombardia aste
News aste
Olbia aste
Post dalla rete
Roma aste
Sardegna aste
Sassari aste
Toscana aste
Zes agevolazioni
   


Sull’isola nel 2023 sono state 388.858 le assunzioni a tempo determinato, che siano a termine, per apprendistato, stagionali, in somministrazione o con contratto intermittente

Il posto di lavoro a tempo indeterminato per i siciliani è sempre più un miraggio. Se le assunzioni crescono di poco, tra queste aumentano quelle occasionali. Lo dicono i dati dell’Osservatorio del precariato dell’Inps: in Sicilia nel 2023 sono state 388.858 le assunzioni a tempo determinato, che siano a termine, per apprendistato, stagionali, in somministrazione o con contratto intermittente. Le stesse categorie, nel 2022, avevano contato 374.849 nuovi ingaggi. Al contrario, le assunzioni a tempo indeterminato diminuiscono, passando da 83.882 del 2022 a 80.279 del 2023. Parlando in termini percentuali, se in totale le assunzioni lo scorso anno sono cresciute del 2,2%, i contratti a tempo determinato sono cresciuti del 3,6%, mentre quelli a tempo indeterminato calano del 4,5%. Le situazioni peggiori riguardano Palermo, dove il tempo indeterminato cala del 12,5%, e Agrigento, al -10,4%. Ancora, Trapani scende del 9,9%.

In crescita Messina e Catania

Rimanendo sempre sulle assunzioni a tempo indeterminato, le nuove attivazioni crescono a Messina, al 5,4%, e a Catania, al 4,8%. Per tipologia di contratto, il numero maggiore riguarda i contratti a termine, che nel 2023 arrivano a 279.574, contro i 268.537 dell’anno precedente. Scendono invece le assunzioni in apprendistato, che passano da 14.668 a 13.799. In discesa anche le assunzioni in somministrazione e le assunzioni a contratto intermittente. In crescita, invece, le assunzioni stagionali, che passano da 58.555 del 2022 a 62.789 del 2023. Complessivamente, in tutta la penisola, le assunzioni attivate dai datori di lavoro privati sono state 8.175.000, pressochè stabili rispetto al 2022 e comunque superiori al livello raggiunto prima dell’emergenza sanitaria da Covid 19, vale a dire nel 2019. Come in Sicilia, in flessione rispetto al 2022 risultano le assunzioni di contratti in somministrazione al -6%, in apprendistato al -5%, e a tempo indeterminato al -3%.

Crescono le assunzioni a tempo determinato

Tutte le altre tipologie registrano una leggera crescita: lavoro intermittente +5%, tempo determinato +3% e stagionali +1%. Per quanto riguarda le tipologie orarie l’incidenza del part time, sia orizzontale che verticale, è rimasta sostanzialmente stabile sia per l’insieme delle assunzioni a termine, dei quali rappresenta circa il 37%, che per quelle a tempo indeterminato, al 33%. Diverse le agevolazioni di cui hanno usufruito le imprese. In particolare, segnano un incremento l’esonero donne (+1%), la decontribuzione Sud (+6%) e l’esonero giovani (+26%); in flessione risulta l’insieme delle altre misure (-54%). L’agevolazione “Decontribuzione Sud” si conferma come l’agevolazione di maggior impatto, quantomeno per il numero di dipendenti coinvolti.

Tante le agevolazioni per le imprese che assumono personale

Nello specifico, esonero donne prevede l’esonero dei contributi previdenziali, con esclusione dei premi e dei contributi all’Inail, nella misura del 100%, nel limite massimo di 8 mila euro per i datori di lavoro privati che assumono donne disoccupate vittime di violenza, beneficiarie del reddito di libertà. Esonero giovani, invece, prevede un esonero contributivo del 50% per 3 anni, nel limite di 3.000 euro annui, per l’assunzione di ragazzi e ragazze sotto i 30 anni. Il bonus decontribuzione Sud, infine, prevede un esonero contributivo massimo del 30% in favore dei datori di lavoro privati, con sede in una delle regioni del Mezzogiorno, con riferimento ai rapporti di lavoro dipendente.



 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui